Etichettato: chiesa

Spendiamo di più per la Chiesa che per i partiti.

Ieri ho letto sulla pagina Facebook Laicità dello Stato che l’Italia spende di più per la Chiesa Cattolica che per il rimborso elettorale ai partiti, quello che tutti chiamano il finanziamento pubblico dei partiti anche perchè in pratica lo è.

Dato che fondamentalmente preferisco ricontrollare le fonti mi sono messo all’opera e ho spulciato un po’ di dati sulla questione.

L’Italia spende mediamente 285 milioni di euro all’anno fra rimborsi elettorali e contributi ai gruppi parlamentari, una cifra importante che sicuramente va ridimensionata ma è più o meno un terzo di quello che viene devoluto al sistema conosciuto come 8×1000, perchè l’ultimo rimborso di cui si hanno i dati è di 1148 milioni di euro.

Io non voglio fare il solito ateo balordo che non vuole dare soldi alla Chiesa ma credo che sia giusto tagliare questa cifra. No, ok io la vorrei proprio eliminare ma sono disposto a mediare e ad ammettere una riduzione della cifra.

Questa cifra poi noi crediamo che venga spesa da Don Pietro per i poveri o per i bambini dell’oratorio o spedita dall’altra parte del mondo per aiutare qualche sperduto villaggio africano,anzi del Biafra che suona bene come location, con cibo e medicine.

Poveri illusi, le pubblicità in tele ci fregano e ci fanno credere quello che vogliamo e quella della Chiesa Cattolica per l’8×1000 non è da meno. Secondo il bilancio pubblicato dalla CEI solo il 21% della cifra viene spesa per interventi caritativi mentre il 42% sono spese di culto e il 32% va nel sostentamento del clero. Praticamente i preti ci costano come i politici.

Voi magari pensate “ma io i firmo per devolvere l’8×1000 allo stato e sono a posto”, già peccato che i fondi che vanno allo stato per il 44% vengono spesi per il restauro degli edifici di culto e poi per colpa di un meccanismo perverso la maggior parte dei fondi vanno alla Chiesa Cattolica, circa l’ 85% a fronte del 36% delle preferenze espresse sul totale dei contribuenti.

Se volete studiarvi il meccanismo basta andare su Wikipedia

In un periodo come questo in cui ci si lamenta per i costi della politica, dell’acquisto dei caccia F35 e si cerca di dare un taglio alle spese forse sarebbe il caso di limitare anche il finanziamento agli enti di culto, che dall’alto del loro animo caritatevole e dalla loro propensione a tessere le lodi del sacrificio non dovrebbero fare fatica a tirare la cinghia per il bene dell’Italia.