Nuovo Finanziamento Pubblico ai Partiti

partitiIn questi giorni in Parlamento si sta discutendo la riforma del Finanziamento Pubblico ai Partiti, cercando di realizzare un meccanismo simile a quello che regola l’8×1000 ma senza distribuzione della quota inoptata, ovvero per usare un termine piú terra terra quella parte su cui i cittadini non esprimeranno una preferenza, vero punto critico del sistema del 8×1000.

Se la legge prenderà la forma attuale nella dichiarazione dei redditi si potrà specificare di voler destinare il 2 per mille ad un determinato partito. Qualcuno sostiene che in un periodo di antipolitica come quello attuale per i partiti sarà parecchio pericoloso ma io credo che possa essere uno stimolo per farli riavvicinare alla gente e per spronare i dirigenti dei partiti ad organizzare attività e campagne veramente sentite dalla cittadinanza e possa portare ad una vera apertura verso l’esterno.

Potrebbe favorire un’inversione di tendenza rispetto all’attuale clima in cui tutti percepiscono la politica come qualcosa di esterno e distante rispetto a sè.

Voi cosa ne pensate di questa riforma?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...