Il papa che sorride. Spiritualità e marketing.

>>>ANSA/ PAPA: 'POPOLO PREGHI DIO DI BENEDIRMI'

In questi giorni sul nuovo Papa Francesco ne ho sentite dire di tutti i colori ma il tono generale, sia su Facebook che nelle discussioni dal vivo, è sempre: “Be’ dai, questo è sorridente quindi mi piace, quello di prima invece non sorrideva mai”.

Gente che si sente estremamente coinvolta a livello spirituale e umano senza sapere nulla ma solo perchè lo ha visto sorridere 10 minuti in tele. Per la serie non giudicare i libri dalla copertina.

Poi io mi chiedo se sorridere sia così importante per un papa e non sia più importante conoscere quello che pensa, sia sui diritti che sulla dottrina, e magari quello che ha combinato in precedenza. Posso capire che una persona ispiri simpatia ma in un ruolo importante forse la simpatia non è sempre così fondamentale, preferisco avere a che fare un medico o un avvocato competente piuttosto che un simpatico buon tempone.

Nei discorsi con la gente invece appare tutta la superficialità della cosa, che evidentemente nel conclave è stata valutata, e si guarda solo al lato sorridente e allegro senza valutare minimamente le idee e il curriculum del nuovo papa. Direi che il conclave con questa scelta ha fatto un’ottima mossa di marketing rispetto al predecessore, il freddo Benedetto XVI, che non piaceva a nessuno pur essendo uno stimatissimo e raffinatissimo teologo.

Tutti per confermare la propria visione idilliaca e idealistica del papa simpa e innovatore guardano con grande speranza ogni comportamento positivo, come l’uso di mezzi meno sfarzosi e discorsi più terra terra, ignorando dall’altra parte ogni possibile addebito negativo, tipo la complicità nei confronti della dittatura in Argentina o la presenza del dittatore dello Zimbabwe alla messa di inagurazione del pontificato.

Non vengono nemmeno prese in considerazione le idee dottrinali,etiche o politiche. Per esempio pur essendo abbastanza aperto in ambito economico non è affatto vicino alla Teologia della Liberazione, poi condanna i matrimoni gay e l’aborto ma sembra possibilista sull’uso del profilattico. Non sto valutando le sue idee, da non cattolico non mi fanno nè caldo nè freddo, ma se fossi cattolico le valuterei e cercherei di capire chi è l’uomo che si cela dietro quel sorriso, invece tristemente si fermano tutti al sorriso e valutano il libro dalla copertina.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...