L’inutile gara Donne Vs Uomini

La Festa della Donna, che si ritiene erroneamente fissata all’8 Marzo per ricordare la morte di 129 arse vive in un incendio di una fabbrica per aver protestato contro le orrendi condizioni in cui erano costrette a lavorare, in realtà nasce dalle rivendicazioni delle donne socialiste americane e all’inizio non aveva nemmeno una data precisa ma coincideva con una serie di conferenze e manifestazioni che si tenevano fra la fine di Febbraio e l’inizio di Marzo.

Lo spirito di quella che è nata non come la festa ma bensì come la Giornata della Donna dovrebbe essere quello di ribadire le conquiste sociali e di ricordare le donne vittime della discriminazione e della violenza.

Mi dispiace dirlo ma credo che uscire con le amiche per vedere un tizio unto in mutande non sia il modo migliore di passare questa giornata e credo che alla fine sia solo l’imitazione di uno dei comportamenti più beceri del genere maschile. Devo dire che per fortuna questo genere di serate mi pare che stiano diminuendo e forse piano piano si fa strada una maggiore consapevolezza della reale natura della Festa della Donna che tende meno a scimmiottare i comportamenti maschili.

Ecco, credo che il problema sia proprio nello scimmiottare l’uomo e credo anche che sia in quel femminismo da strapazzo che punta più ad affermare la superiorità della donna che non a sottolineare la parità di diritti. Quel femminismo che invece di ragionare attacca creando alla fine un muro e non un dialogo.

Si potrebbe invece cercare il dialogo ricordando che una maggiore partecipazione femminile al lavoro corrisponde ad un aumento del PIL, oppure ricordando che mediamente a parità di lavoro le donne vengono pagate meno, a volte anche del 20%. All’atto pratico se la propria moglie/compagna dovesse guadagnare il 20% in più rispetto ad oggi non credo che agli uomini questa cosa possa dare fastidio.

In questa giornata, ma ogni andrebbe fatto ogni giorno, vanno ricordate le 124 vittime del femminicidio del 2012, che in Italia è un fenomeno in aumento a fronte di una diminuizione generale degli omicidi, e va ricordato che le vittime non sono genericamente donne, ma potrebbero essere delle nostre amiche, delle persone a cui siamo legati e che quindi il fenomeno va combattuto insieme, uomini e donne.

Bisogna riflettere su queste cose cercando di fare squadra e ragionando sui vantaggi comuni e non alimentando inutili tifoserie da stadio in una stupida lotta Donne Vs Uomini il cui unico risultato è l’immobilità totale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...